LAVORO e FORMAZIONE

LAVORO E FORMAZIONE: FAR CRESCERE LE OPPORTUNITA’

Il lavoro è oggi LA PRIORITA’ e, pur vivendo in un territorio in cui la situazione non è drammatica come in altre aree del Paese, abbiamo la consapevolezza di come l’ente locale sia il primo soggetto a cui guardano i cittadini in difficoltà, i giovani che vogliono costruirsi un progetto di vita duraturo, chi è in cerca di alternative alla precarietà o ha necessità di ricollocamento.

Il sindaco ha il dovere etico, prima ancora che politico e amministrativo, di confrontarsi con realtà imprenditoriali e un tessuto terziario, di servizi, commerciale e produttivo in continua evoluzione e trasformazione, e deve tentare di dare risposte efficaci e razionali.

San Donato dovrà rispondere da par suo a questa priorità: DOVREMO CREARE LAVORO; essere sempre presenti nelle situazioni di difficoltà; agire come perno di un sistema in cui domanda e offerta si incontrino direttamente sul territorio.

Idee e azioni:

  • elaborare un Piano Organico per la Generazione di Occupazione e Opportunità, da definire con organizzazioni sindacali, associazioni di categoria, terzo settore, rappresentanti del commercio, mondo della scuola e della formazione (AFOL, ASSEMI, …) e altre istituzioni;

  • l’ente Comune come primo generatore di nuovi lavori, indirizzando la propria spesa corrente e gli investimenti verso imprese e fornitori di servizi ad alta intensità lavorativa, che sostengono le fragilità e conciliano i tempi e gli orari lavorativi,prevedono percorsi di formazione,  avviamento al lavoro e assunzioni sul nostro territorio; 

  • attrarre investimenti e opportunità pensando e promuovendo nuovi cluster strategici (manifattura digitale, green economy, start up innovative nel mondo della comunicazione e della condivisione di beni, e servizi, …);

  • interagire con realtà di dimensione internazionale, da sempre presenti a San Donato, che stanno già guardando al futuro convertendo il proprio business e scommettendo sull’innovazione (ad esempio: realizzare la città dell’energia sostenibile assieme a ENI e sperimentare nuovi servizi in un’ottica di “mobility as a service” con BMW);

  • riproporre e, se possibile, migliorare iniziative volte a far incontrare la domanda e l’offerta di lavoro sul territorio, avvalendosi appieno di AFOL;

  • sostenere e accelerare la transizione verso l’impresa 4.0 attraverso il lavoro di un Osservatorio del Lavoro che si ponga come strumento di analisi, progettualità e programmazione per le strategie formative e di immissione nel mondo del lavoro. L’osservatorio avrà come obiettivo quello di non lasciare indietro nessuno;

  • puntare a una sinergia virtuosa tra scuola, famiglie, imprese e istituzioni, anche con sportelli di ascolto ad hoc;

  • promozione, all’interno del succitato Osservatorio del Lavoro, di un’attività specifica, da effettuare in chiave locale, per monitorare la situazione e intervenire in chiave preventiva sul tema della sicurezza e della prevenzione degli infortuni lavorativi, che purtroppo non risparmiano nemmeno la nostra città, con gravi episodi avvenuti negli ultimi anni che hanno avuto clamore sui media locali e regionali.

© 2019 by SAN DONATO RIPARTE
 

San Donato Milanese

info@sandonatoriparte.it

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon