CULTURA DIFFUSA

UNA CULTURA DIFFUSA, PER FAR CRESCERE IL CAMBIAMENTO

Cultura è conoscenza, informazione, sapere, ma anche consapevolezza, presa di coscienza e capacità critica, così come formazione, arricchimento, benessere e infine mezzo privilegiato di cambiamento della società. La cultura è qualcosa di trasversale a tutti gli aspetti della nostra vita e per questo non può essere relegata a privilegio di pochi, bensì deve essere condivisa il più possibile tra tutti. In quest’ottica la cultura è l’espressione più naturale della democrazia.

Le potenzialità culturali del territorio sandonatese non sono poche; a noi il compito di intercettarle e valorizzarle. Per far ciò, è fondamentale che la cultura abbia il giusto peso in termini di investimenti e risorse all’interno del bilancio comunale.

Idee e azioni:

  • intensificare il dialogo con il Forum delle Associazioni, valorizzandone le potenzialità e le risorse, anche alla luce dell’esistenza di uno spazio ampio come quello di Bolgiano, di cui non è ancora stata definita la destinazione. Si dovrebbero creare le giuste sinergie allo scopo di attrarre diverse fasce d’età, con una proposta innovativa e intergenerazionale;

  • per far fronte all’annoso problema della mancanza di spazi adeguati della biblioteca centrale, siglare un accordo con Città Metropolitana e utilizzare gli ampi spazi inutilizzati della mensa scolastica dell’Omnicomprensivo, destinandola alle sole sale studio, affiancate da un punto ristoro; la sede centrale “Simona Orlandi” potrebbe così sfruttare spazio maggiore per nuovi volumi e destinarne altro a sale per bambini e ragazzi, assolvendo meglio alle funzioni di consultazione e prestito libri per tutti.

  • potenziare la collaborazione tra Comune e soggetto gestore del Cinema Troisi, intensificando proposte e iniziative culturali;

  • intercettare, rivisitando la rassegna musicale sandonatese, gusti e interessi musicali di tutte le fasce d’età, proponendo iniziative di educazione musicale ma anche di intrattenimento più variegate e accattivanti per tutti;

  • gestire Cascina Roma come monumento storico da preservare, ma anche da vivere ed apprezzare; è necessario puntare a una sua costante valorizzazione, piuttosto che a limitarne accessibilità e utilizzi, individuandola come luogo privilegiato per manifestazioni al pubblico. Fondamentale sarebbe proporre mostre d’arte figurativa e di fotografia di artisti di livello, non solo locali, ma anche di respiro internazionale.

  • in sinergia con tutte le scuole e le agenzie educative presenti a San Donato, proporre un buon ventaglio di corsi di formazione in tutti i campi artistici;

  • continuare a sostenere l’organizzazione di concorsi letterari, affiancandovi la proposta di un corso di scrittura creativa per diversi generi letterari (poesia, narrativa, gialli, …); il tutto con l’obiettivo dicreare ulteriori “comunità” in cui ritrovarsi, riconoscersi e condividere interessi.

  • dare impulso a corsi di scrittura cinematografica e teatrale, nonché di regia, recitazione e lavori dello spettacolo in generale, sia a livello amatoriale che professionale.

© 2019 by SAN DONATO RIPARTE
 

San Donato Milanese

info@sandonatoriparte.it

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon